User Experience Designer

Il nostro candidato ideale (donna, uomo o whatever gender) ha queste caratteristiche generali:



  • Passa dalla ricerca alle soluzioni di design ed è autonoma/o nella scelta degli strumenti più adatti alla fase in cui si trova il progetto;
  • Raccoglie informazioni sui quattro pilastri alla base della progettazione: obiettivi di business, valore del brand, bisogni degli utenti, vincoli e opportunità della tecnologia;
  • Pianifica e conduce workshop con clienti e stakeholder e attività di co-design;
  • Progetta insieme al team soluzioni di design basate sulla ricerca, sugli obiettivi e sulle KPI, coinvolgendo le persone giuste al momento giusto;
  • Quando lavora in team, sa quando è il momento di divergere e di convergere e sa far emergere e dimostrare il massimo valore (per il progetto e verso il Cliente) di queste fasi della progettazione;
  • Sa trarre il massimo dalle sessioni di co-design ed è autonomo durante quelle individuali porta valore al progetto sia durante la fase di setup e ricerca che durante l’esecuzione ed è minuzioso e attento al risultato finale fino al minimo dettaglio;
  • Conosce i tempi della ricerca e della progettazione. Sa quindi procedere in autonomia e per priorità, sa gestire tutte le attività in modo che vengano svolte coi giusti tempi, nel rispetto delle scadenze e del calendario di colleghi, stakeholder e Cliente.
Ha competenze trasversali come Researcher e Interaction Designer.

Come Researcher (desirability):

  • Conosce e usa gli strumenti e i deliverables della ricerca, come schede utente, personas, scenari, experience maps, sketch, paper prototyping, prototipi che le persone possano testare, validando così il flusso dell’esperienza e consentendo la raccolta di feedback qualitativo;
  • Prepara, gestisce, conduce e comunica i risultati della ricerca (interviste, test, focus group o approcci analoghi). Sa gestire la ricerca in autonomia, quindi sa organizzare le sessioni, preparare i protocolli e gli script, gestire la logistica, condurre, sbobinare, analizzare e fare zoom-out, concludere, presentare al Cliente e metterlo in condizione di decidere gli step successivi;
  • Scrive report molto efficaci ed esteticamente adeguati che raccontino i risultati della ricerca, in modo che Clienti, stakeholder e colleghi possano leggerli e comprenderli rapidamente i, richiede e legge i dati quantitativi e conosce l’importanza di integrarli con la ricerca.

Come Interaction Designer (feasibility):

  • Conosce, propone e valuta i modelli di interazione più adatti al progetto, tenendo conto delle regole e dei vincoli di progettazione del contesto a cui li sta applicando (web responsive, app iOS, Android, smartphone, tablet e altri device, cross-platform), dei vincoli di accessibilità fisica o motoria pertinenti al dominio del progetto;
  • Comprende i vincoli dei servizi informatici o tecnologici e ne tiene conto in fase di progettazione dei flussi di interazione. Sa quando coinvolgere le figure tecniche interne o esterne, per favorire un dialogo design - developer costruttivo, con l’unico obiettivo di progettare interazioni fattibili e co-creare nuove opportunità;
  • Sceglie e produce il deliverable più adatto alla fase del progetto (schizzo, wireframe, flow, prototipo), in base al tipo di informazione che deve raccogliere o al tipo di decisione che deve abilitare, tenendo conto delle KPI indicate dal business. Quando necessario, scende nel dettaglio fino a considerare stati, casi limite e casi di errore;
  • Raccoglie e organizza i contenuti (Information Architecture). Presta attenzione al microcopy, nel rispetto del design system, del tono di voce e delle eventuali localizzazioni del prodotto o servizio digitale;
  • Contribuisce alla definizione delle pattern libraries;
  • Supporta gli user interface designers, i front-end ed i back-end developers in fase di sviluppo e di Quality Control, dando indicazioni precise in fase di fine tuning, test, collaudo e rilascio;
  • Successivamente al rilascio di nuove funzioni, ha cura di verificare che vengano misurate conformemente alle KPI definite e propone eventuali attività correttive o migliorative.

Chi stiamo cercando

La persona che stiamo cercando è abituata a lavorare con gli altri in maniera costruttiva e collaborativa perché attività di team e co-design sono parte integrante del nostro processo. Allo stesso tempo, rispetta i colleghi quando sono concentrati su altre attività perché sa quanto siano nocive le interruzioni e il context switch.

Cerchiamo una persona appassionata del proprio lavoro e di nuove tecnologie, che ami condividere conoscenze e confrontarsi con il team, che sia curiosa in particolare verso tutte le discipline e competenze che gravitano intorno alla user experience (customer experience, service design ecc..).

In virtù del ruolo di guida e coordinamento che riveste un designer in Tangible, è basilare avere ottime doti comunicative, sia orali che scritte. Per questo motivo è molto importante per noi che il candidato ponga attenzione alla correttezza (grammaticale, sintattica e formale) e chiarezza nella scrittura di testi principalmente in Italiano, ma anche in modo soddisfacente in inglese.

Rappresenta un valore aggiunto l’aver presenziato a conferenze di settore in qualità di partecipanti e/o speaker e la conoscenza delle metodologie agili.

Se vuoi candidarti

In virtù del ruolo che dovrai ricoprire, ti chiederemo di raccontarci il processo che usi, i deliverable che produci e i progetti su cui hai lavorato. Per essere ammessi al colloquio di selezione, dovrai inviarci il tuo curriculum vitae (nella forma per te preferita) e un portfolio che sappia esprimere in modo efficace quali sono gli strumenti che usi e le decisioni che abiliti, come ti organizzi e come abiliti il lavoro altrui. Qualunque altro materiale riterrai utile inviarci per farci capire come lavori sarà apprezzato e tenuto in considerazione.

La conoscenza della lingua inglese a livello B2 o superiore (certificata) è un parametro che verrà valutato in termini di retribuzione e percorso di crescita..

Mentor

Manuele sarà il tuo mentor durante i primi mesi in Tangible.

Ti seguirà nei progetti, ti formerà, ti passerà la conoscenza sul processo e gli strumenti in uso e risponderà alle tue domande.

Insieme fisserete degli appuntamenti bimestrali per valutare l’andamento, il morale e definire gli obiettivi formativi e professionali da raggiungere.

Cosa offriamo

Contratto

Sei un freelance e ti piacerebbe lavorare con noi su qualcuno dei nostri progetti? Siamo aperti a collaborazione di questo tipo, scrivici!

Sede

La sede di lavoro è a Santarcangelo di Romagna, vicino a Rimini. Per chi si candida come freelance, la presenza in ufficio o dai clienti dipende dal progetto, ma sarai sempre la/il benvenuta/o se vorrai partecipare alle attività di condivisione che svolgiamo internamente.

Benefit

  • - Orari flessibili, senza cartellino;
  • - Ufficio con spazi relax e cucina;
  • - Acqua, caffè e snack a volontà;
  • - Accesso gratuito a eventi pubblici, eventi interni e coaching organizzati da Tangible.
Sei tu la persona che stiamo cercando?