La scuola oltre lo schermo: bilanci, lezioni e direzioni dopo un anno di didattica a distanza

Tangible Itrvalli con Gino Roncaglia

Quando

Giovedì 27 maggio 2021
dalle 13:30 alle 14.15

Dove

In live streaming sulla nostra pagina Facebook

Argomenti

  • Scuola
  • Didattica a distanza
  • Scuola e digitale

Secondo i dati UNESCO, durante il lockdown di marzo 2020, erano circa un miliardo e mezzo in tutto il mondo gli studenti impegnati nello svolgimento delle lezioni in didattica a distanza che, da quel momento fino ad oggi, alternato a periodi di didattica in presenza, ha rappresentato il paradigma di gestione emergenziale della scuola.

In Italia, il repentino passaggio dalla didattica in presenza a quella a distanza (DaD), ha contribuito a svelare nel tempo, una serie di carenze culturali e strutturali riguardanti non solo la comunità scolastica ma la società intera; dall’organizzazione dei trasporti all’ inadeguatezza delle infrastrutture scolastiche passando per la disomogeneità di accesso alla banda larga alla mancanza di adeguata formazione digitale per docenti e studenti.

Adesso che l’orizzonte sembra far intravedere un progressivo ritorno agli spazi fisici dell’apprendimento e una maggiore continuità didattica, proveremo a inquadrare assieme al professor Gino Roncaglia, professore di Editoria Digitale e Digital Humanities presso l’università di Roma Tre,quali sono state le lezioni di questa esperienza e quali possono essere i punti sui quali far perno per condurre la scuola verso un progetto che dall’emergenza guardi al lungo periodo.

Speaker

Gino Roncaglia
Gino Roncaglia è professore associato presso l’Università Roma Tre, dove insegna Editoria digitale e Digital Humanities. Autore di numerosi saggi sul settore dei nuovi media (con particolare riferimento al futuro del libro e della lettura) è fra gli esperti che hanno partecipato alla stesura del Piano Nazionale Scuola Digitale e collabora da tempo con RAI Cultura. È membro del gruppo di esperti italiani nominati dal MIUR per il programma Horizon 2020, della Commissione Open Science della CRUI ed 11:13 ed è stato membro del comitato biblioteche e istituti culturali del MIBACT. È professore onorario della Universidad Nacional de Villa María in Argentina. Fra i suoi libri più recenti, “L’età della frammentazione. Cultura del libro e scuola digitale” (prima edizione 2018, seconda edizione accresciuta, con una nuova sezione sulla scuola al tempo del COVID-19, Laterza 2020) e “La quarta rivoluzione. Sei lezioni sul futuro del libro” (Laterza 2010).