Giada Cantoni

Service & Experience Designer

Come Service ed Experience Designer in Tangible mi occupo di indagare e capire i bisogni delle persone e di metterli a sistema per la progettazione e realizzazione di servizi e prodotti digitali.
Giada lavora al computer

Segui Giada

Sono sempre alla ricerca del nuovo, mi annoio facilmente e non mi piace stare con le “mani in mano”. La progettazione e la ricerca con gli utenti sono stimolo continuo, curiosità, passione, ecco perché sono le cose di cui sono felice di occuparmi.

Dopo la maturità scientifica, stanca di numeri e formule fisiche mi sono “buttata” nel mondo del design, alla ricerca di qualcosa di totalmente nuovo che potesse aiutarmi a trovare la strada per il mio futuro. In pochissimo tempo ho capito che la progettazione, il lavoro in team, il continuo confronto e l’avere sempre stimoli nuovi dati dallo spostare l’attenzione da un progetto all’altro era quello che faceva per me.

Alla fine del mio percorso di Laurea in Design del Prodotto Industriale ho capito che mi mancava ancora qualcosa, o meglio, che modelli 3d e packaging non erano davvero quello su cui avrei voluto concentrarmi nella vita; e così nel periodo della tesi mi sono cimentata nella progettazione di un percorso museale focalizzandomi sull’esperienza utente e sulla progettazione di una mobile app.

Senza basi e da autodidatta ho cercato di mettere a punto qualcosa che sicuramente, riguardando ora, modificherei totalmente, ma che mi ha dato la possibilità di avvicinarmi ad un mondo che ho scoperto affascinarmi tantissimo.

Per la Laurea Magistrale cercavo un corso che mi aiutasse ad avere la mente aperta, che non mi bloccasse la strada verso un’unica disciplina e che mi desse l’opportunità di spaziare il più possibile, tutto questo l’ho trovato nel Service Design. Una disciplina ampia e complessa che vede al centro i bisogni delle persone e si occupa di mettere a sistema diversi attori e touchpoints. Una disciplina completa, che mi ha fornito continui spunti di crescita ed interesse.

Tangible è stato il culmine di questo percorso, iniziato con uno stage durante l’ultimo anno di Università. Qui ho trovato un team eterogeneo, unito e fresco in cui ognuno riesce a dare il suo apporto in modo chiaro ed evidente nella progettazione di prodotti e servizi digitali in cui i bisogni degli utenti sono sempre al primo posto.

Nel tempo libero mi piace ritagliarmi dei momenti di pace al mare o sui colli della mia città con le persone che amo per delle chiacchiere in compagnia, un picnic e un bicchiere di vino.

Amo pianificare viaggi per il futuro, montare video di viaggi passati e dedicarmi alla mia passione per la pallavolo e per il beach volley.

Giada e un'amica che guardano il panorama dai colli bolognesi

Ho parlato di

  • Workshop Ethical Compass

    Università di Bologna

    Speakers

    • Giada Cantoni
    • Nicolò Volpato
    • Anna Portelli
  • Ethical Compass: progettare un'innovazione responsabile e consapevole

    Workshop @ Digital Innovation Days 2022

    Speakers

    • Anna Portelli
    • Caterina Amato
    • Giada Cantoni
  • Ethical Compass: progettare un’innovazione responsabile e consapevole

    Workshop @Accessibility Days 2022

    Speakers

    • Nicolò Volpato
    • Giulia Cavinato
    • Giada Cantoni
    • Manuele Forcucci
  • Service Design Case Studies

    Docenti

    • Nicolò Volpato
    • Giulia Cavinato
    • Giada Cantoni
foto di un poster viene arrotolato
Facciamo due chiacchiere?