A *brand* new office

Se vi sembra di aver già letto un post come questo, non vi sbagliate. Meno di 4 anni fa ci stavamo trasferendo in quello che oggi è il “vecchio” ufficio di GNV&Partners. Da lunedì 18 dicembre abbiamo terminato il nostro secondo trasloco e oggi Tangible ha una nuova sede, più grande e ci piace un sacco.

In questi ultimi 5 anni che ci hanno traghettato da GNV&Partners a Tangible, il tempo percepito e quello reale sono sorprendentemente dissonanti.
Sono passati meno di 4 anni da quando abbiamo inaugurato quello che oggi è il nostro “vecchio” ufficio. A maggio 2014 avevamo terminato il trasloco, fatto in maniche corte. Lo spazio ci sembrava grande per le 7 / 8 persone che eravamo all’epoca. Da allora, in meno di 4 anni, le scrivanie hanno iniziato prima a riempirsi e poi a non bastare più. È vero, per 1 o 2 giorni a settimana l’ufficio si svuotava perché lavoravamo (e lavoriamo) anche da remoto… ma durante quelli in presenza gli spazi iniziavano a essere davvero stretti soprattutto in caso di telefonate o riunioni. Vivendo il “vecchio” ufficio e misurandoci su progetti sempre più lunghi e complessi, per i nostri team è diventato fondamentale avere uno spazio dedicato ai progetti in corso, per tenere ben d’occhio personas, journey, user flows, moodboard ecc. E poi ci è sempre piaciuto cogliere le occasioni di pausa per fare due chiacchiere tutti insieme.

L’idea di cercare un ufficio più grande è maturata su queste basi, un anno fa quasi esatto.
Ci serviva un ufficio in cui ogni team potesse lavorare concentrato sui suoi progetti nella sua war room ma anche appartarsi per fare una call di update con un cliente. Un ufficio in cui poter fare attività cross-team condivise, ma anche cogliere qualche occasione per pranzare insieme senza dover far spazio sulla scrivania. In ufficio passiamo ancora una parte importante del nostro tempo, perciò lo volevamo molto luminoso, caldo e accogliente. Volevamo avere scrivanie attrezzate comode per le fasi di lavoro più operative, ma anche spazi più informali, in cui trovare un po’ di silenzio o privacy.
Infine lo volevamo abbastanza grande da poterci permettere di organizzare e ospitare qualche evento, come abbiamo già fatto in passato.

Questo ufficio lo abbiamo trovato e per fortuna è praticamente di fronte a dove stavamo prima.

Ed eccolo qui, finito (o quasi). Possiamo dirlo? Ci piace moltissimo!

È il regalo di Natale che ci siamo fatti per festeggiare quest’anno incredibile, che vale per 3. Il 2017 è stato un anno davvero importante per noi. È stato pieno di fatiche ma anche di entusiasmo, di investimenti ma anche di crescita, un anno in cui abbiamo ridiscusso i nostri ruoli, fatto tanta formazione individuale e di gruppo, trovato un po’ di coordinate condivise con cui organizzarsi e lavorare ai progetti. Abbiamo presentato il nostro nuovo brand, organizzato il primo Design Sprint Workshop mondiale, abbiamo partecipato a 13 conferenze internazionali e nazionali, organizzato workshop a eventi sia pubblici che ad hoc per le aziende. Abbiamo lavorato per 7 clienti su circa una ventina di progetti.

Il 2018 è alle porte, ci aspetta con progetti sempre più complessi e sfidanti. Chiudiamo quest’anno avendo investito in tutto ciò che serviva per far trovare Tangible pronta.

Ne siamo orgogliosi come lo siamo delle persone a bordo con noi in questa impresa.

1 commento
Andrea Furegon 12 mesi fa

Bravissimi, come sempre, anche sul brick and mortar :*

Rispondi

e tu... cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche...
Nicolò e Ilaria a Venezia per Agile Business Day
Modellare i ruoli. Modellare la cultura.
di Ilaria Mauric e Nicolò Volpato
9 ottobre 2018
Jake Knapp and his Design Sprint Workshop are back
di Ilaria Mauric
30 maggio 2018